Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

RICHIESTA DI CHIARIMENTI ALL'INAIL RELATIVAMENTE ALL'UTILIZZO DELL'APPLICATIVO PER COMPILAZIONE E TRASMISSIONE DATI ALLEGATO 3B

02/02/2017

Il Presidente della SIMLII ha inviato una richiesta di chiarimenti all’INAIL e ai Ministeri competenti relativamente alle difficoltà rilevate dai nostri soci durante l’utilizzo dell'applicativo web predisposto da INAIL per la compilazione e l'invio dell'Allegato 3B.

Il Presidente della SIMLII ha inviato una richiesta di chiarimenti all’INAIL e ai Ministeri competenti relativamente alle difficoltà rilevate dai nostri soci durante l’utilizzo dell'applicativo web predisposto da INAIL per la compilazione e l'invio dell'Allegato 3B, ai sensi dell'art. 40 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e del DM 27 luglio 2016.

Sono state fatte presenti le difficoltà dei medici competenti a inserire i dati relativi alle aziende da loro seguite, le comunicazione ricevute dagli stessi di dover procedere a modificare gli stessi dati e a rinnovare l'invio dei modelli già compilati, non essendo previsto che il software potesse correggere l'errore in automatico, circostanza piuttosto singolare visto che l'informatica dovrebbe semplificare le operazioni amministrative e non complicarle, oberando l'utente di operazioni inutili o ripetitive.

Per tale motivo, in considerazione del fatto che la scadenza per l'invio telematico degli allegati, da parte di tutti i medici competenti del nostro Paese è ormai prossima, è stato chiesto di provvedere tempestivamente:

- a una rapida nuova convocazione del tavolo tecnico per prendere atto delle criticità e/o errori riscontrati nell'applicativo e delle possibili soluzioni immediate da mettere in atto;

- alla tempestiva modifica del modello presente attualmente sul portale INAIL con le modifiche previste dal D.M. sopra rammentato;

- a prevedere sin d'ora la proroga della scadenza del 31 marzo 2017 per l'invio telematico dei dati relativi all'anno precedente, stante l'impossibilità materiale di poter attendere all'obbligo, da parte dei medici competenti, per quanto prima rilevato e rappresentato.