Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

Un importante parere della Commissione per gli Interpelli

11/11/2013

Confermando una prassi che concretamente un po' tutti i medici competenti già praticano ...

La Commissione per gli Interpelli, confermando una prassi che concretamente un po' tutti i medici competenti già praticano nella realtà della loro attività quotidiana (anche anticipando quanto sostenuto nella nostra proposta di modifica legislativa del DL 81/08, sinteticamente presentata al congresso) ha concluso affermando che "nel caso di assunzioni successive, qualora il lavoratore sia impiegato in mansioni che lo espongono allo stesso rischio nel corso del periodo di validità della visita preventiva o della visita periodica di cui all'art. 41, comma 2 lettera b) del D.Lgs. 81/2008 e comunque per un periodo non superiore a un anno, il datore di lavoro non è tenuto a effettuare una nuova visita preventiva, in quanto la situazione sanitaria del lavoratore risulta conosciuta dal medico competente"

Una presa di posizione importante che risparmia al datore di lavoro l'esecuzione di visite inutili e solleva lo stesso medico competente da adempimenti che, nella fattispecie, risultano essere di natura puramente formale.

>> scarica il pdf