Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

Si è tenuta a Roma sabato 11 maggio 2013, la riunione del gruppo di lavoro dei Medici Competenti della nostra società - il GdL MeLC - costituito dai soci Ernesto Ramistella (coordinatore), Sergio Fantini, Claudio Gili, Mario Giorgianni, Cristiano Mirisola, Tommy Pagliaro, Antonello Serra e Silvia Simonini. Per l'occasione l'evento è stato allargato anche alla partecipazione di altri colleghi, provenienti da tutte le regioni del nostro paese. La riunione, intensa e partecipata, si è prolungata per parecchio tempo e sono stati discussi e approfonditi numerosi argomenti di interesse per l'attività professionale dei medici competenti. La questione più attuale riguarda la prossima scadenza dell'invio dei dati dell'Allegato 3B e nel corso dell'incontro è stata dato ampio spazio al dibattito sulla riunione al Ministero della Salute del 24 aprile u.s, sul documento che ne è scaturito, sulla piattaforma software proposta dall'INAIL per la trasmissione telematica dei dati dell'allegato e sulle posizioni assunte dalla nostra Società. A conclusione del dibattito è stato emesso il seguente comunicato: 

Il GdL MeLC SIMLII, riunitosi a Roma l’11 maggio 2013 allargando la partecipazione a numerosi altri colleghi, ribadisce come, a causa dell’attuale formulazione e proposizione dell’Allegato 3B, si sia ancora una volta persa un'importante occasione per discutere, utilmente e senza sprechi di risorse, la collaborazione del Medico Competente alla fase di costruzione del SINP.
L'attuale Allegato 3B, così come concepito, rappresenta, a parere del GdL MeLC, soltanto un sovraccarico per il Medico Competente, vista l'impostazione farraginosa, ridondante e scarsamente utile dal punto di vista scientifico ed epidemiologico, sovraccarico aggravato dalla previsione di sanzioni penali e soprattutto concepito in assenza di una preventiva fase di consultazione con la rappresentanza dei Medici Competenti. Si andrebbe così ad instaurare una sorta di collaborazione a senso unico che non prevedrebbe alcuna utile ricaduta per la Prevenzione e per la stessa attività professionale nei luoghi di lavoro.
Ciò nonostante e considerata l’attuale realtà, il GdL MeLC ritiene utile che la Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale partecipi al tavolo tecnico appositamente costituito per mettere a punto la piattaforma telematica di trasmissione dei dati e, successivamente, per valutare i risultati che scaturiranno dalla “fase di sperimentazione”, allo scopo di stabilire l’utilità dello schema attuale o di mettere a punto una valida alternativa.
In previsione di ciò, il GdL MeLC ritiene che i punti cardine che potranno consentire la proficua partecipazione dei Medici Competenti al costituendo SINP siano da considerare almeno i seguenti:
- nomina di un Comitato Scientifico con la partecipazione di diversi soggetti, comprese le Società Scientifiche di Medicina del Lavoro e di Epidemiologia, per individuare i contenuti dei dati di pertinenza dei Medici Competenti più utili al SINP;
- previsione di una incentivazione per la informatizzazione di tutti i Medici Competenti e dei dati dagli stessi trattari e archiviati, in quanto non si ritiene efficace la creazione di un sistema di raccolta centrale in assenza della completa informatizzazione della base; 
- adesione volontaria dei Medici Competenti alla fase sperimentale ed estensione della stessa per un congruo periodo.
Infine, nella stessa seduta, il GdL MeLC allargato ha deciso, all'unanimità, di richiedere al Presidente della Società di provvedere a una raccolta di firme fra i soci SIMLII, comunque aperta a quanti altri - associazioni o singoli operatori - vorranno partecipare e aderire, volta al sostegno di una iniziativa parlamentare tesa alla immediata modifica delle indicazioni del DM 9 luglio 2012, in vista della successiva revisione legislativa del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.