Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

da un "sito vecchio muffoso e scarso" forse non staliniano

17/02/2013

Volentieri pubblichiamo questo scritto che gira su internet

Una sola piccola precisazione:

ad una Società come la nostra si aderisce liberamente

  • I soci eleggono, in un modo che ci siamo sforzati di rendere  il più democratico e partecipato (vedi nuovo statuto), chi li rappresenta;
  • Tutte le iniziative sono sottoposte all’approvazione di organismi eletti e dei soci;
  • Quanto fornisce la società (totalmente priva di sostegni  economici che non siano iscrizioni e proventi congressuali, certificati da terzi) è inevitabilmente, e io dico giustamente, pagato da chi lo richiede.

Buona lettura!

 

Open Data in Medicina del Lavoro

Il concetto di "open data", in Medicina del Lavoro, praticamente non esiste. Raccolte di dati, informazioni liberamente accessibili a tutti: medici del lavoro, medici competenti, operatori della sicurezza, servizi legali, associazioni sindacali, magistratura, lavoratori, è contrario evidenze alla mano, alla religione dei medici del lavoro.
Volete leggere, vedere i filmati, ascoltare le relazioni del congresso 2012 della Società Italiana di Cardiologia ? Eccovi accontentati, gratis, senza registrarvi, con un click a disposizione di tutti:
MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da "www.linkedin.com" http://www.tuttocongressi.it/website/congresses/congressDetail.aspx?idc=2298
Volete leggere le linee guida di Pediatria ? Andate sul sito della Società Italiana di Pediatria ? Collegatevi al sito e scaricatele liberamente, password&username free:
MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da "www.linkedin.com" http://sip.it/sezioni/formazione-aggiornamento/linee-guida
Cerchi o trovi lavoro come nefrologo ? Collegati al sito della Società Italiana di Nefrologia e via:
MailScanner ha rilevato un possibile tentativo di frode proveniente da "www.linkedin.com" http://www.sin-italy.org/CercoTrovoLavoro/index.asp

Le associazioni non dovrebbero essere una congregazione medioevale, dovrebbero essere un servizio: agli iscritti che pagano e agli utenti per diffondere una conoscenza che non può essere patrimonio di pochi.
Cerchi le linee guida di Medicina del Lavoro ? Compila la cedolina, fai il bonifico e avrai le Linee Guida.
Cerchi documenti inerenti a tematiche specifiche ? Accedi ai siti delle associazioni di Medicina del Lavoro, registrati username e password e cerca quel poco che pubblicano.
Se guardate i siti delle Associazioni di Medicina del Lavoro sembra di entrare nei magazzini Gum dell'Unione Sovietica: sciatti, vecchi, muffosi e scarsi.
La libera circolazione delle conoscenze è il presupposto principe per il miglioramento della qualità, a tutti i livelli, della disciplina. Il concetto che una disciplina sia esclusiva di una categoria di soggetti che si autoreferenziano e si autocelebrano è una condanna. I sistemi chiusi sono destinati a morire: non si rinnovano, non si confrontano, non scambiano, non vivono.
Se io utente del servizio (lavoratore), se io utente del servizio (datore di lavoro), se io controllore (medico della vigilanza) voglio verificare se il mio medico competente opera secondo standard di qualità devo poterlo fare liberamente e gratuitamente; non devo compilare il cedolino, pagare e ricevere ciò che dovrebbe essere patrimonio comune. I colleghi che lavorano alla stesura delle linee guida lo fanno gratuitamente, per un bene comune, scelti per le loro competenze e la loro autorevolezza. Allora perchè si pagano ? Non sarebbe più semplice renderle disponibili online considerato che sono a costo zero?
In genere, sicuramente non è il caso in questione e lo specifico perchè non appena esercito un diritto di critica pubblicamente mi arriva una raccomandata da parte di qualche parruccone incipriato che mi diffida, mi querela, ecc., lo si fa per due motivi: o per finanziare le stesse associazioni o per tenere in vita case editrici storiche e di valore culturale che, da sole, non riuscirebbero a campare. Entrambe iniziative lodevoli ma che contrastano con l'open data.
Invece, queste associazioni, dovrebbero finanziare un progetto di open data, una raccolta di documenti, leggi, linee guida, procedure, filtrati e controllati, gratuiti e liberamente accessibili a tutti.
E' inevitabile che le ricerche si facciano in rete. E' inevitabile che gli studenti acquisiscano informazioni, per le loro tesi, tramite i motori di ricerca. E' inevitabile che i lavoratori scorrano il web alla ricerca di informazioni utili. Se si vuole dare un contributo di immagine e di qualità alla medicina del lavoro....il lavoro sarebbe tanto. Invece ci tocca aprire questi siti della storiche o più recenti associazioni di medicina del lavoro e vedere questi siti stantii, privi di appeal e soprattutto privi di dati.