Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

Audizione della SIMLII presso la Commissione parlamentare

01/03/2012

Inchiesta sulle "morti bianche" del Senato.

Nell'ambito delle attività volte a rappresentare agli interlocutori istituzionali le posizioni e le iniziative della Società si è svolta il 28 febbraio 2012, presso la Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, una audizione della Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale.

In rappresentanza della Società sono intervenuti il Presidente, prof. Pietro Apostoli, il prof. Antonio Bergamaschi delegato ai rapporti Istituzionali e il segretario prof. Andrea Magrini.

Il prof. Apostoli ha svolto un'ampia relazione sui temi più rilevanti per la nostra Disciplina e sulle posizioni assunte nel recente passato dalla nostra Società e ampiamente note (il medico competente come consulente globale in azienda, il ruolo e importanza del medico competente nella prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali) nonché sui programmi già svolti e previsti per il futuro inerenti alla formulazione di linee-guida per l’attività professionale e per la formazione continua in Medicina (ECM), attraverso i percorsi di Formazione a Distanza (FAD) e altri eventi locali e nazionali.

Sono state inoltre discusse le problematiche della semplificazione delle attività burocratiche che impegnano attualmente il medico del lavoro e quelle di una più selettiva ed efficace attività formativa ed informativa.

La relazione ha suscitato notevole interesse da parte dei presenti. Il vice-presidente della Commissione, senatore Paolo Nerozzi (che svolgeva le funzioni di presidente al posto del senatore Tofani, impegnato altrove), è intervenuto per formulare quesiti e osservazioni,condividendo nella sostanza l’impostazione SIMLII e richiamando la necessità di intervenire in settori come agricoltura e trasporti .

A conclusione dell’audizione è stato programmato un successivo incontro, in data da definirsi (settembre – ottobre 2012), anche in vista della stesura del rapporto di fine legislatura da parte della Commissione.